Spinaci e non solo: il rischio-cataratta con la vitamina E scende del 27%

Importante per la salute oculare è assumerne non meno di 7 mg al giorno

Che avesse poteri antiossidanti già si sapeva. Che però sia in grado di risultare protettiva per la salute degli occhi e in particolare preventiva contro l'insorgenza della cataratta è la scoperta effettuata da un gruppo di ricercatori cinesi della Qingdao University Medical College di Shandong che, grazie a una revisione mediante la quale hanno potuto incrociare i dati raccolti da 27 studi per un totale di oltre 245 mila soggetti coinvolti provenienti da diverse aree della Cina, hanno potuto constatare che un adeguato consumo di vitamina E assunta tramite alimentazione o mediante integratori alimentari è in grado di ridurre fino al 27% il rischio di sviluppare la cataratta. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Public Health Nutrition

"I risultati del nostro studio hanno implicazioni importanti per quanto riguarda la prevenzione dell'insorgenza della cataratta legata all'età - spiega Zhang Yufei, primo autore dello studio -. Abbiamo rilevato che c'è una diminuzione statisticamente valida del rischio di sviluppare la cataratta legata all'età grazie a un apporto di vitamina E pari ad almeno 7 mg al giorno". Tra i cibi che sono più ricchi di questo nutriente, spiegano i ricercatori, spinaci, broccoli, noci, frutti di mare, oli vegetali, avocado e cereali integrali.

(Fonte: il sole 24 ore)

Torna indietro