Occhi rossi in piscina, è colpa della pipì e non del cloro. Lo dice il rapporto annuale sulle piscine negli Stati Uniti

Una bella nuotata in piscina porta una ineguagliabile sensazione di benessere, spesso con un effetto collaterale fastidioso: gli occhi rossi. Ma se pensavamo che l'arrossamento fosse causato dal cloro, dobbiamo immediatamente ricrederci: a irritarci in realtà è la presenza di urina nell'acqua.

L'allarme è lanciato dal rapporto annuale dei Centers for Disease and Control Prevention - l'equivalente americano delle nostre Asl -: ciò che i nostri occhi sopportano molto poco è il nitrogeno, contenuto nell'urina, che si lega al cloro formando la cloramina, un derivato dell'ammoniaca.

Questo accade perché, purtroppo, bambini e adulti continuano a fare la pipì nelle piscine senza pensare che stanno letteralmente inquinando l'acqua. Per gli schizzinosi si tratta di una notizia rivoltante, ma c'è un dettaglio ancora peggiore: la colpevole non è soltanto la pipì.

Per continuare la lettura clicca qui

 

(Fonte: http://www.huffingtonpost.it)

Torna indietro